Si è conclusa con risultati estremamente positivi, la mostra “Netsuke

netsuke

Si è conclusa con risultati estremamente positivi, la mostra “Netsuke 100 capolavori dalla collezione Lanfranchi” , organizzata dall’ Assessorato alla Cultura del Comune di Palazzolo sull’Oglio, in collaborazione e su concessione del Museo Poldi Pezzoli di Milano.
 
Sono stati circa 1600 i visitatori , provenienti da varie province del nord Italia, a dimostrazione del notevole interesse che questa esposizione è riuscita a suscitare verso la cultura e la tradizione giapponese, così diverse da quelle occidentali.

La mostra, allestita presso le sale di Villa Lanfranchi e aperta dal 1° maggio scorso, ha presentato una selezione di 100 dei 400 netsuke della collezione, creata in lunghi anni di appassionata e competente ricerca, dall’industriale palazzolese Giacinto Ubaldo Lanfranchi (1889-1971) e custodita presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano.
Nei due mesi di apertura, la mostra è stata inoltre occasione per ospitare nelle sale di Villa Lanfranchi e presso la Biblioteca civica, intitolata proprio a Lanfranchi, eventi, laboratori e iniziative collaterali, rivolte ad adulti e bambini, per far comprendere e conoscere meglio, alcuni aspetti storici e culturali del paese del Sol Levante attraverso l’arte dei netsuke, ma anche tramite cerimonie tradizionali giapponesi (del tè e vestizione del kimono) e conferenze, tenute da esperti di storia giapponese.

«Al termine di questi due mesi di apertura della mostra esprimo grande soddisfazione per i risultati ottenuti, sia per i numeri, visti i circa 1.600 visitatori, molti dei quali non palazzolesi, sia per l’apprezzamento – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Gianmarco Cossandi - Un progetto che, nel suo successo, mi auguro possa essere foriero di ulteriori opportunità per la nostra città, anche perché è un significativo esempio di come pubblico, privati, associazioni e scuole, insieme, possano ottenere grandi risultati per il bene della città. Questi numeri ci dimostrano, una volta di più, come la cultura e la valorizzazione del patrimonio locale siano una grande occasione per il nostro territorio che, ormai da qualche anno, grazie anche alla manifestazione Le Meraviglie della Terra del Fiume, è percepito in maniera positiva. Alla luce di questo straordinario risultato – ha aggiunto - non posso che ringraziare ancora il Museo Poldi Pezzoli, che ha contribuito alla realizzazione di questo grande evento per la nostra città, nelle persone della Dr.ssa Annalisa Zanni e del dr. Andrea Di Lorenzo, rispettivamente direttrice e conservatore del Museo. Devo altresì un sincero ringraziamento a coloro grazie al cui contributo è stato possibile realizzare questo progetto: anzitutto il dott. Giannantonio Lanfranchi e l’ing. Guido Lanfranchi, la ditta STEA e il Credito Cooperativo di Brescia. Un grazie, infine, ai docenti e studenti dell’IeFP “G. Falcone” per avere accolto con professionalità e la dovuta attenzione i visitatori durante le aperture.
Il nostro impegno non si esaurisce con questa mostra, anzi i risultati incoraggiano a fare ancora e a proseguire con progetti altrettanto importanti, perché un percorso che offra interessanti eventi artistici per la comunità, frutto anche di collaborazioni e sinergie, ci permette di ampliare l’offerta culturale e favorire l’attrattività della nostra città».

 

Data: 05/07/2018 Ultima modifica: Ven, 06/07/2018 - 13:23