PATRONO

Il patrono della città di Palazzolo sull'Oglio è S. Fedele. Egli fu un cavaliere romano, (si pensa di origine egiziana) che, sfidando gli ordini dell'imperatore Massimiano, offrì conforto nelle carceri di Milano ai prigionieri cristiani scampati alla strage dei legionari cristiani che provenivano dalla città di Tebe d' Egitto, tra cui anche Sant’Alessandro Vessillifero (portabandiera) della stessa e ora patrono di Bergamo.

Fedele ricevette il battesimo dal vescovo di Milano, organizzò la fuga di questi prigionieri e con essi peregrinò da una città all'altra. Nell'anno 298 Fedele cadde presso Como nelle mani dei militi dell'imperatore e fu da essi decapitato il 28 ottobre. Dopo la morte del martire molte terre del Lario, della Brianza e delle valli lombarde celebrarono la sua memoria. Nel 964 il corpo del santo fu deposto nella chiesa di Sant'Eufemia a Como. Nel 1780, quale dono del vescovo di quella città, le reliquie di S. Fedele giunsero a Palazzolo sull'Oglio.

Gli atti di Sant’Alessandro narrano che Fedele era Praetestati cuiusdam illustris viri fideli nomine filius, figlio di pretestato di illustre famiglia dell’urbe, e che il suo motto era Mori potius quam foedari ovvero Meglio morire che tradire.

La statua del Santo domina sulla cittadina dall'alto della Torre del Popolo, la cui costruzione fu iniziata nel 1803. Nel 1893, per un incendio della Torre, l'antica statua in legno del Santo andò bruciata, ma tre anni dopo una nuova statua, montata nello stabilimento Turati di Milano, fu ricollocata sulla cima ricostruita della torre civica.

La festa patronale a Palazzolo sull'Oglio viene celebrata il 14 maggio di ciascun anno. In questo giorno, nella parrocchiale, l'altare di S. Fedele viene addobbato a festa e le reliquie del Santo vengono esposte ai fedeli. Oggi si è perso il rituale folkloristico della tradizione e alla dimensione profana della festa fa da sfondo il Luna Park che per alcuni giorni attira la popolazione più giovane.

Ultima modifica: Gio, 22/10/2015 - 14:55